Il sole sulla pelle

14 Lug 2020

Il sole sulla pelle

Ciao ragazze e bentornate per i nostri consueti aggiornamenti.

Oggi vi voglio ancora parlare del sole, amico/nemico della pelle, ma fonte di vita, di luce, di buonumore, di tutto quello che nei nostri pensieri è bello, solare appunto.

Proteggere la pelle, consigliare al meglio le nostre clienti, è un dovere primario della nostra professione in quanto noi siamo il primo “filtro” che le nostre clienti hanno per essere consapevoli di quello che succede alla pelle quando si espongono al sole. Ormai sapete che adoro l’abbronzatura, la sensazione di caldo sulla pelle, ma cerchiamo di fare, ancora una volta, un po’ di chiarezza e anche di sfatare alcuni miti che non corrispondono al vero.

Innanzi tutto partiamo dai tipi di pelle, da quelli che si chiamano “Fototipi”. E per farlo utilizziamo lo schema che trovate di seguito che è molto chiaro ed esaustivo:

Questo schema vi può aiutare a memorizzare i consigli migliori da dare alle vostre clienti, alle quali farete un checkup estetico della pelle sia per una corretta esposizione solare durante le tanto desiderate vacanze, sia quando si apprestano ad utilizzare il vostro solarium.

Ci sono però alcuni luoghi comuni che sarebbe meglio sfatare:

  1. “La protezione solare è necessaria anche sotto l’ombrellone o se il cielo è nuvoloso”: vero, in quanto circa l’80% dei raggi uv penetra anche attraverso le nuvole. L’ombrellone filtra solo il 25% dei raggi solari. La protezione non deve mai mancare!
  2. “un prodotto autoabbronzante non protegge dai raggi solari”: vero in quanto quello che produce sulla pelle non è il risultato della stimolazione della melanina ma una reazione chimica per la quale il prodotto applicato assume un colorito bruno SULLA pelle.
  3. “Nessuna crema waterproof resiste per molte ora all’acqua di mare” infatti bisogna considerare non solo l’acqua di mare, ma anche la sabbia, la frizione dell’asciugatura, e così via.

Sono invece false le seguenti affermazioni:

  1. “Con un prodotto a protezione alta non ci si abbronza”: falso, i solari fanno si che la pigmentazione cutanea avvenga gradualmente, in modo sano e duraturo.
  2. “Lo scrub rovina l’abbronzatura”, ecco questo soprattutto è davvero un mito da sfatare! Lo scrub è indispensabile per mantenere un colorito luminoso e duraturo, soprattutto se abbinato ad un’idratazione intensa e costante, sia prima che dopo l’esposizione al sole!

Indipendentemente dal fototipo, tutti possiamo ottenere un’abbronzatura dorata e duratura se ci prepariamo con cura all’esposizione solare:

ESFOLIA VISO E CORPO: in previsione dell’esposizione la pelle ha bisogno di essere rinnovata. Il consiglio è “esfoliare con gentilezza”: trattamenti troppo aggressivi, soprattutto su pelli chiare o sensibili, non vanno mai bene. Prediligere scrub enzimatici e peeling a base di acido mandelico. In

questo modo verranno eliminate le cellule morte superficiali, la pelle risulterà levigata e limiterai la comparsa di macchie della pelle dovute al sole. Ripeti lo scrub ogni 2 settimane per eliminare l’abbronzatura superficiale e “vecchia” che appare presto opaca; il tuo colorito sarà molto più luminoso e la tua pelle più ricettiva per continuare ad abbronzarsi al meglio.

SEGUI UNA DIETA MIRATA: un’abbronzatura dorata si costruisce anche a tavola! Prediligi i cibi pro-abbronzatura, ovvero ricchi di vitamina A, che stimolano la produzione di melanina. Fai il pieno di carote, albicocche, peperoni, ciliegie, pomodori, cocomeri, meloni. Tutti i frutti e le verdure rossi o arancioni sono ricchi di betacarotene e vitamina A!

Aiuta la pelle a mantenersi elastica e luminosa, integrando nella tua dieta la vitamina C, un super antiossidante. Frutti di bosco, arance, papaya e kiwi danno un aiuto in più per mantenere la pelle sana e abbronzata. Scegli i cereali ricchi di vitamina B, come farro, miglio, quinoa, orzo e grano saraceno, utili per il buon funzionamento dei melanociti, le cellule che producono la melanina.

APPLICA UN ATTIVATORE DI ABBRONZATURA: per ottimizzare ulteriormente i tempi di abbronzatura utilizza prodotti che vanno ad attivare la melanina, a stimolarne la funzionalità e a migliorarne la distribuzione per evitare la formazione di macchie più scure.

BEVI, BEVI, BEVI: l’esposizione solare porta ad un aumento di temperatura e provoca una forte disidratazione dell’organismo. È importantissimo bere durante e dopo l’esposizione, per prevenire la disidratazione che oltre a danneggiare la pelle può causare disagi generalizzati come il colpo di calore.

NUTRI E REIDRATA LA PELLE: dopo una giornata trascorsa sotto il sole è fondamentale idratare la pelle. Per preservare l’abbronzatura non utilizzare la tua solita crema idratante, ma scegli un doposole che contenga sostanze lenitive e anti-rossore. Non usare profumi o cosmetici contenenti alcool, poiché potrebbero far comparire macchie o allergie.

ACQUA DOLCE: il cloro irrita la pelle e ne sbiadisce il colorito, la salsedine inaridisce la cute.

Ricorda di sciacquarti sempre con acqua dolce dopo il bagno in piscina o al mare.

 

Abbiamo trovato per voi una linea completa di prodotti eccellenti da consigliare alle clienti, composta da un acceleratore di abbronzatura contenente un biocomplesso chiamato UNIPERTAN in grado di incrementare del 40% la rapidità e l’intensità dell’abbronzatura. La sua composizione è ricca di attivi preziosi per la salute e la bellezza della pelle: tirosina idrosolubile, vitamina B2 come attivatore foto-ossidante, ATP per prevenire i danni causati al DNA dall’esposizione alle radiazioni solari ed Idrolizzato di proteine per proteggere dalla disidratazione gli strati più profondi della pelle.

Il pacchetto realizzato si chiama EXPERIENCE KIT e fa parte di un programma di abbronzatura perfetta composto da due prodotti che renderanno l’abbronzatura ambrata.

 

Il programma messo a punto dai laboratori di 

 

Si articola in due Step:

  • Siero superabbronzante con Unipertan, olio di urucum e carota per un’azione sinergica e combinata di preziosi attivi che potenziano il naturale processo di abbronzatura.
  • Siero riparatore cellulare con riparatore DNA, estratto di liquirizia, olio di iperico, antinfiammatorio ed olio di argan fortemente idratante e nutriente.

 

 

 

 

Completa il programma per una perfetta e sana abbronzatura il balsamo riparatore SOS Sun Screen che dona alla pelle il giusto livello di idratazione dopo l’esposizione al sole, per mantenere più a lungo l’abbronzatura

 

 

 

L’attenzione di   verso la salute della pelle è da sempre un valore aggiunto da tenere bene in considerazione e proprio per questo motivo ha scelto di sostenere la LILT, Lega Italiana per la Lotta contro i tumori attraverso la vendita dei prodotti della linea Sun Screen.

I tumori cutanei sono in continuo aumento tanto da rappresentare un vero e proprio problema sociale. La prevenzione è fondamentale e si attua insegnando una corretta protezione dal sole, con una scelta consapevole di creme solari adeguate al proprio fototipo e con una formulazione sicura.

Un motivo in più e sicuramente un motivo molto valido per dare un’occhiata e scegliere i solari Sun Screen

Tutte le informazioni relative alla linea Sun Screen  e molto altro le potete trovare sul sito di

www.marziaclinic.com 

Se desiderate avere maggiori informazioni, potete scrivere a: info@marziaclinic.com

Trovate Marzia Clinic su Facebook

Su Instagram

E su Linkedin

Se volete guardare qualche loro video, potete seguire il loro Canale Youtube

 

Alla prossima con altri contenuti interessanti per il tuo lavoro!

 

Annalisa Piccini

 

Lascia il tuo commento

LA NOSTRA COMMUNITY

Unisciti a noi e resta sempre informata

L'outlet dell'estetica
Il salotto di Estetispa
A.A.A. Estetista cercasi
Estetispa Academy