La Corretta Manutenzione degli Strumenti

Pinzette, tronchesi da pelli e da unghie, spingipelli

Ciao Ragazze e ciao Ragazzi,

eccoci con un nuovo appuntamento dedicato all’attrezzatura per manicure e pedicure. Oggi vedremo insieme ad Enrica di Bon, titolare dell’azienda Wictor, come si esegue una corretta manutenzione di pinzette, tronchesi da pelli e da unghie, spingipelli ect.

Un corretto uso ed una corretta manutenzione permetteranno una lunga durata dell’attrezzatura ed un risparmio in termini economici.

Come azienda ci troviamo spesso ad affrontare il problema della richiesta di sostituzione di utensili che sono stati danneggiati da un uso improprio o da errate fasi di sanificazione/sterilizzazione.

Vogliamo pertanto ricordare con voi cosa può danneggiare gli strumenti per manicure e pedicure e cosa possiamo fare per conservarli efficienti nel tempo.

Come evitare di danneggiare gli strumenti?

1. Usare solo lo strumento appropriato

tronchesi per le cuticole non sono adatti al taglio delle unghie. Mai!

Se avete la necessità di tagliare unghie sottili, scegliete un tronchese per unghie più piccolo o con le punte che vi permettano di eseguire il lavoro che cercare di fare con il tronchese delle cuticole.

2. Eliminare tutti i residui organici e non dagli strumenti

3. Non lasciare gli strumenti nei liquidi disinfettanti/sterilizzanti oltre il tempo necessario

Tenere in considerazione che i liquidi aggrediscono il materiale anche se inox.

4. Non immergere MAI assieme strumenti di materiali diversi.

Residui di acciaio non inox potrebbe depositarsi sugli strumenti inox favorendo la comparsa di macchie di corrosione.

5. RISCIACQUARE - RISCIACQUARE - RISCIACQUARE

SOTTO ACQUA CORRENTE dopo l’immersione nei liquidi.

Non usare un contenitore pieno d’acqua dove risciacquare più strumenti. Per eliminare tutti i residui di liquido l’utensile deve essere lavato sotto acqua corrente.

6. ASCIUGARE – ASCIUGARE – ASCIUGARE

Avendo cura di aprire tronchesi e forbici ed eliminare tutti i residui di acqua/umidità.

Potete anche usare un phon. Usare sempre l’opzione asciugatura dell’autoclave.

7. OLIARE

L’olio oltre a lubrificare, aiuta a prevenire la corrosione. Non si altera con il calore e va applicato prima di inserire gli strumenti nell’autoclave.

8. Usare le bustine per le autoclavi ed imbustare singolarmente

Non inserire nella stessa busta più strumenti.

Inserire forbici e tronchesi preferibilmente aperti, anche la molla.

9. Solo le ALTE temperature danneggiano gli strumenti

Quando l’inox diventa marroncino/blu è stato “cotto”. E’ la stessa cosa che accade alla pentola dimenticata sul fuoco. Non è corrosione, quindi non c’è ruggine ma molto probabilmente la durata dell’affilatura è stata compromessa. Pur rilucidando e riaffilando lo strumento, l’affilatura durerà molto poco.

Porre particolare attenzione nell’uso dello sterilizzatore a sfere di quarzo.

Le verniciature di utensili inox si possono danneggiare con le alte temperature. Preferire utensili non verniciati.

Miti da sfatare

Le autoclavi NON danneggiano gli strumenti INOX. Se usate correttamente non favoriscono la corrosione e le temperature raggiunte non causano nessun tipo di danno all’acciaio inox.

Le eventuali rotture NON sono causate dalla sterilizzazione. La maggior parte delle rare volte in cui  uno strumento si rompe è a causa dell’uso improprio.

Le molle purtroppo possono rompersi. Sono soggette a forte sollecitazione e l’inconveniente è inevitabile. Riaffilatura e sostituzione delle molle fanno parte della corrente manutenzione degli strumenti.

Se avete domande, potete scrivermi su whatsapp e le rivolgerò ad Enrica Di Bon dell’azienda Wictor, per darvi risposta.

Vi lascio anche i suoi contatti:

La Vostra Valentina