L’altezza del lettino da massaggio

L’altezza del lettino da massaggio

la vostra postura e i risultati per la cliente

La postura è la posizione che il corpo umano assume nello spazio e la relativa relazione tra i suoi segmenti corporei.

Una postura scorretta nel tempo provoca squilibri tra le articolazioni ed i muscoli, fino a portare alla degenerazione delle articolazioni e delle cartilagini, oltre naturalmente ad essere la causa di dolori muscolo scheletrici estremamente fastidiosi.

Nel nostro lavoro, la base per non provocare dei danni a noi stessi è l’altezza del lettino! Va sempre regolato con cura (non siate pigre o troppo indaffarate per cambiare i livelli) se non avete un lettino dedicato a voi.

Con l’altezza corretta potete assumere una postura adeguata, lavorare in modo che la cliente riceva un Trattamento/Massaggio molto più piacevole, perché se siete comode e state bene lei/lui lo sente, il massaggio acquista completamente un altro effetto.

L’altezza sbagliata del lettino vi obbliga a lavorare con il baricentro del vostro corpo spostato, quindi dovrete sottoporre i muscoli ad uno sforzo inutile anche solo per mantenervi in equilibrio.

Qual è l’altezza giusta?

Indicativamente il lettino vi deve arrivare alla testa del femore. Deve essere sufficientemente basso da potervi appoggiare, fino a sedervi, senza fare sforzi, e sufficientemente alto da non dover piegare forzatamente la schiena.

Quando fate un massaggio sapete bene che è meglio non staccare mai il contatto con la persona che lo riceve, ma questo contatto deve essere:

  • fluido
  • delicato
  • ritmato

Se riuscirete a massaggiare a tempo di musica (quella che avete scelto per il sottofondo di cabina) vi assicuro che la vostra cliente riceverà il miglior massaggio che ci possa essere.

Per muoversi dolcemente utilizzate il bacino, muovetelo ed ondeggiate come se doveste davvero ballare.

Ma come fare per riuscire ad armonizzare le manualità, la musica, le tecniche? 

Partendo sempre dalla postura, abbiamo detto del ruolo che ricopre l’altezza del lettino, ora passiamo a come ci dobbiamo posizionare noi:

  • di lato,
  • testa dritta,
  • gambe leggermente aperte e fate leva sulle ginocchia (le gambe rigide sono uno degli aspetti che possono influire maggiormente negativamente su di voi) che devono essere morbide e molleggiate per tutto il tempo del massaggio,
  • i piedi, uno perpendicolare all’altro dove il piede esterno è rivolto in avanti e quello più vicino al lettino è ad esso perpendicolare. 

Provate ad immaginare la postura che assumono i tiratori di scherma e per massaggiare correttamente e stare bene dovete danzare intorno al lettino.


Non è una pratica che si può improvvisare ovviamente, ma è un esercizio che deve entrare soprattutto nella testa di ciascuna di noi, ed una volta che diventerà anche il vostro metodo, sarà naturale come vi è naturale camminare, correre, bere o scrivere, cioè come tutte quelle cose per le quali non abbiamo bisogno di pensare a come si fa, lo facciamo e basta.


Credetemi, ogni massaggio può essere fatto seguendo queste regole di base, ma c’è di più, potete addirittura fare stretching mentre massaggiate… ma lo vedremo nel prossimo articolo.

Se avete domande specifiche, potete scrivermi su whatsapp

La Vostra Valentina