Molestie negli ambienti Beauty e SPA: ecco cosa consigliano in America

Ciao Ragazze e Ciao Ragazzi,

dopo la live di lunedi, mi avete scritto in tantissimi per raccontarmi le vostre esperienze poco piacevoli in cabina, con soggetti che non erano li per un trattamento ma cercavano altro.

Dario Benedetto di Spa Industry, mi ha inviato per voi questo articolo redatto dall’ISPA (International SPA Association) dove viene trattato l’argomento delle molestie che possono avvenire negli ambienti SPA (ma si adatta benissimo anche ai nostri centri estetici) e da consigli estremamente utili.

Queste raccomandazioni si basano esclusivamente sulla legge federale degli Stati Uniti e vengono fornite solo a scopo informativo e non devono essere considerate consulenza legale o addirittura pienamente conformi alla legge per la tua azienda. ISPA consiglia ai proprietari di spa di consultare il proprio avvocato per confermare che rispettano le leggi all’interno della loro giurisdizione poiché differiscono in base alla posizione, comprese le spa internazionali e su base statale negli Stati Uniti.

Per combattere la minaccia di molestie sessuali nella tua spa, puoi seguire queste pratiche cruciali come linea guida:

  • Fornire formazione in materia di molestie sessuali al personale
  • Sviluppa e aggiorna le politiche sulle molestie sessuali
  • Istituire un rigoroso processo di reporting

Sebbene non vincolante, un manuale del lavoro dovrebbe indicare la politica dell’azienda in materia di cattiva condotta sessuale. Alcune aziende hanno adottato un approccio di “tolleranza zero” alle molestie, comprese le molestie sessuali. Anche se ci sono momenti che giustificano un’azione grave come la cessazione immediata, i proprietari delle terme dovrebbero considerare se una tale politica creerà una cultura in cui le vittime non segnaleranno le loro preoccupazioni in considerazione del loro presunto molestatore. ISPA incoraggia i proprietari di spa a parlare con gli avvocati locali per aiutarli a elaborare una politica e una procedura per indagare sulle denunce di molestie sessuali che sia coerente con la loro cultura attuale e la cultura che desiderano sviluppare in futuro.

È essenziale prestare molta attenzione all’esistenza o meno di un ambiente ostile. In generale, la condotta (compresa la richiesta di favori sessuali, contatti sessuali e linguaggio offensivo), deve essere così frequente o severa da creare un ambiente di lavoro ostile che spinga la vittima a presentare una richiesta di accusa.

La legge federale proibisce le molestie sessuali ai sensi del titolo VII della legge sui diritti civili del 1964. Il titolo VII copre i datori di lavoro che hanno impiegato 15 o più dipendenti per ogni giorno lavorativo in 20 o più settimane di calendario nell’anno solare precedente in corso. Le leggi statali e locali possono fornire protezioni equivalenti o diverse.

La legge sulle molestie sessuali copre le azioni di supervisori, colleghi, clienti e fornitori. A seconda delle azioni, o dell’inazione, del datore di lavoro e dei dipendenti, potresti essere ritenuto responsabile per le azioni di tali individui come i tuoi dipendenti a livello dirigenziale o anche un fornitore di terze parti presente sul posto di lavoro.

3 cose fondamentali da tenere a mente per prevenire le molestie

  1. Stabilisci una politica forte, dettagliata e scritta in merito alle molestie sessuali nella tua spa
  2. Considera l’idea di condurre seminari per tutti i dipendenti che spieghino la tua politica aziendale sulle molestie sessuali e sulle conseguenze
  3. Prendi sul serio i reclami dei dipendenti e indagali immediatamente, rimanendo imparziale e documentando tutto

 Se e quando si verificano molestie

  • È importante che un investigatore qualificato e imparziale conduca un’indagine tempestiva e approfondita su qualsiasi presunta molestia sul posto di lavoro.
  • La prima cosa che il datore di lavoro dovrebbe fare è valutare se collocare il presunto molestatore in congedo amministrativo mentre interroga tutti i potenziali testimoni. Ancora una volta, è imperativo controllare le linee guida locali e statali sull’implementazione di passaggi di indagine efficaci.
  • L’EEOC e i tribunali hanno chiarito che un datore di lavoro può essere responsabile di molestie ai dipendenti sul posto di lavoro se il datore di lavoro o uno dei suoi agenti o dipendenti di supervisione conosceva o avrebbe dovuto sapere della condotta e non intraprende azioni correttive immediate e appropriate per fermarlo.

Suggerimenti sulla gestione dei reclami per molestie da parte dei dipendenti

  • Prendi sul serio ogni reclamo. Avvia prontamente un’indagine riservata (che è necessario sapere). Parla con il denunciante, il presunto autore del reato, eventuali testimoni e chiunque altro possa avere conoscenze pertinenti. Richiedi descrizioni dell’incidente comprese le date e gli orari a tutte le persone coinvolte. Tenere una registrazione scritta accurata e contemporanea di ogni dettaglio dell’indagine.
  • (Primo) Le domande da porre al denunciante includono:
    • Chi ha commesso la condotta molesta e qual è esattamente il rapporto di questa persona con te?
    • Qual è stata esattamente la condotta molesta?
    • Hai qualche prova documentale di questa condotta come appunti o e-mail?
  • (Avanti) Le domande da porre al testimone (se ce ne sono) includono:
    • Che cosa hai visto?
    • Cosa ti ha detto il denunciante riguardo alle presunte molestie e quando te lo ha detto?
  • (Infine) Le domande da porre a un presunto molestatore includono:
    • Descrivi il tuo rapporto di lavoro con il denunciante. E il tuo rapporto sociale con il denunciante?
    • Cosa è successo tra te e il denunciante? Ciò è avvenuto come descritto dal denunciante?
    • Se il presunto molestatore nega la condotta, chiedi: “Hai idea del motivo per cui il denunciante farebbe questa accusa?”

Esempi di ipotetiche molestie nel settore termale

  • Cliente come l’autore del reato: un cliente entra e chiede apertamente “un po ‘di più” o una richiesta ovviamente sessuale. Informa gentilmente il cliente che non offri questi tipi di servizi nella tua spa.
    • Usa la tattica “Primo e ultimo avvertimento” – “Mi dispiace, ma non lo offriamo qui. Se continui a chiedere, interromperò il trattamento e lascerò la stanza. ” Alcuni terapisti minacciano di coinvolgere i loro manager, ma è tutto ciò che ti sembra più comodo e sicuro in quel momento.
  • Impiegato come l’autore del reato: non sottovalutare il fatto che il tuo terapista potrebbe essere quello che accetta, o addirittura inizia, le avances sessuali. Questo è difficile in quanto non ci sarebbero prove. Non potresti mettere una telecamera nella sala massaggi o portare un “ospite misterioso” per vedere cosa sta succedendo a porte chiuse, poiché le molestie sessuali, se eseguite dal terapista all’ospite misterioso, sarebbero causate da te che porti dentro il misterioso ospite.

Spero davvero che questa lettura vi sia stata utile.

La Vostra Valentina