Protocollo Pre Epilazione

Ciao ragazze e ciao ragazzi, 

in giugno abbiamo iniziato un percorso per mostrarvi, attraverso diversi articoli, ciò che facevo mettere in pratica ai miei team quando facevo la SPA Manager.  

Voglio farvi cambiare prospettiva e mostrarvi le numerose sfaccettature che stanno dietro a quella che banalmente stiamo chiamando ceretta ma che, al termine di questo percorso, sono certa cambierete sui vostri listini in Trattamento di Epilazione.  

Voglio farvi comprendere quanto la vostra professionalità giochi un ruolo fondamentale per far percepire il giusto valore di questo trattamento, alle vostre clienti e per farlo, mi sto facendo aiutare da Holiday Depilatori. 

IL PROTOCOLLO PRE EPILAZIONE

Ecco come realizzarlo

Step 1 - Detersione

Ogni trattamento deve aprirsi con la pre depilazione perché regola vuole che si debba lavorare su cute perfettamente detersa. 

Questo ci permetterà di limitare al massimo fastidiose irritazioni, o in casi estremi fenomeni di follicolite, alla fine del trattamento. Così facendo l’esperienza vissuta dalla vostra cliente prima, durante e dopo il trattamento, sarà sicuramente più piacevole 

La sua applicazione è da farsi direttamente sulla pelle, magari con l’aiuto di una pratica manopola in TNT usa e getta o in tessuto, “pettinando” delicatamente la peluria nella direzione opposta al suo naturale senso di crescita così da distaccare al meglio il pelo dalla pelle favorendo il suo inglobamento. 

Questo piccolo step è veramente fondamentale per la riuscita del trattamento perché così facendo andrete ad analizzare bene la pelle della vostra/del vostro cliente facendo particolare attenzione ad aver rimosso ogni forma di residuo lasciato sulla pelle a seguito dell’applicazione di crema idratanti, olii o make up soprattutto nella zona del viso. 

Qualora ci fossero molti residui il consiglio è di effettuare una profonda detersione applicando magari un maggior quantitativo di pre cera direttamente con le mani, rigorosamente protette da un guanto in nitrile, con le dita leggermente inumidite di acqua in un primo momento e poi concludere la detersione con una manopola in TNT o in tessuto, anch’essa leggermente inumidita. 

Quest’ultima particolare azione, coadiuvata dall’utilizzo del giusto prodotto vi permetterà di raggiungere un risultato impeccabile. 

Step 2 - Asciugatura

Viene da sé che la detersione lascerà la pelle, si perfettamente detersa, ma leggermente inumidita, soprattutto nel periodo estivo in alcune zone come inguine e ascelle. 

A questo punto basterà applicare una polvere assorbente per tamponare e eliminare l’umidità in eccesso. 

Anche qua sarà necessario avere la giusta polvere assorbente. I classici talchi* che possiamo trovare anche al supermercato non sono adatti in un trattamento epilatorio perché la dimensione dei singoli granelli e quindi della polvere, è troppo fine

Dunque applicando un prodotto troppo fine andremo a creare un film sopra i follicoli ostruendo il passaggio, andando a precludere il giusto inglobamento del pelo da parte della cera o pasta di zucchero. 

il talco

*A proposito di talco, potremmo aprire una parentesi interessante viste le numerose parole dette a sue spese soprattutto per il fatto che esso sembra essere cancerogeno, e che nello specifico faciliti la formazione di tumori alle ovaie e polmoni se inalato.  

È necessario sapere che questa notizia è stata resa nota in quanto molte delle miniere da cui si estrae il talco siano situate vicino a dei giacimenti di amianto.  

Se pur vera questa notizia è anche altrettanto vero che in commercio e soprattutto in UE in cui i controlli sono molto rigidi, è severamente vietata la produzione e vendita di talchi contaminati da amianto.

Studi Scientifici

Nonostante ciò la scienza si è espressa in merito dicendo che come spiega la Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro, i principali studi in merito non hanno evidenziato alcuna correlazione, anche se ricerche considerate “non rigorose” hanno rilevato un piccolo aumento del rischio.

Gli studi “non rigorosi” sono quelli di tipo “caso-controllo”, dove i dati vengono raccolti attraverso questionari e interviste basati sui ricordi delle partecipanti circa l’uso di borotalco fatto anni prima: dato che la memoria può essere labile e influenzabile, i ricercatori sono consapevoli del fatto che i risultati di tali ricerche sono poco affidabili.

Altre Ricerche

Sono considerati più attendibili, invece, i cosiddetti studi di coorte, che reclutano e seguono nel tempo un gruppo di donne sane: questi, generalmente, non hanno riscontrato un aumento significativo del rischio.  

Dalla parte degli studi condotti su problemi a polmoni a seguito di inalazione del talco, ancora una volta non è stato riscontrato nessun aumento del rischio

Gli unici soggetti a cui è possibile ricondurre un aumento del rischio di cancro sono i minatori, ma ancora una volta la causa non è il talco in sé, quanto la presenza di altri minerali presenti sotto terra in cui avviene l’estrazione. 

Speriamo davvero di esservi stati utili 

Ah, qui sotto trovate i contatti di Holiday Depilatori che mi sta aiutando in questo bellissimo percorso per voi: 

La Vostra Valentina