Rituale di Benvenuto Mani

Ciao Ragazze e ciao Ragazzi,

visto che in questi giorni vi abbiamo solleticato la curiosità sul come rendere un servizio di estetica di base, un servizio che abbia una marginalità più alta, oggi voglio farvi un regalo.

Ho ripreso in mano il mio prezioso raccoglitore di quando facevo la SPA Manager e ho deciso di regalare a tutte voi che mi seguite questo meraviglioso rituale mani.

Vi riporto passo per passo tutta la procedura in modo da poterla replicare senza sforzo.

Buon lavoro ❤

Rituale di Benvenuto Mani o
Welcoming hands ritual

Si tratta di un rituale di accoglienza della durata di 30 minuti che ha come finalità il mettere la cliente a proprio agio e farla rilassare utilizzando prodotti emollienti e nutrienti per le mani.

Qui di seguito trovate anche spunti per la Vostra Comunicazione.

Anche le mani sono una parte importante del nostro corpo e senza dubbio un biglietto da visita: è necessario averne cura per mantenerle sempre belle, soprattutto perché sono sottoposte a continui stress durante la giornata quali:

  • agenti atmosferici
  • lavori manuali
  • contatto con acqua e detergenti (oggi anche gel igienizzanti).

 

Il risultato sarà restituire alle mani morbidezza ed idratazione rendendole anche più belle.

Per avere cura delle mani delle vostre clienti, ho scelto per voi questo rituale che inserivo ogni menù di trattamenti delle SPA dove ho lavorato.

Preparare la cabina

Profumi: vi propongo qualche scelta tra

  • erogare due o tre spruzzi di essenza alla vaniglia o ylang ylang
  • accendere delle candele profumate (utilizzando sempre delle note rilassanti come la lavanda)
  • utilizzare un bruciatore di essenze

(Io mi trovo sempre molto bene con il brand Yankee Candle)

Luci: se avete modo, cercate di rendere l’ambiente accogliente con luci calde. Se l’impianto elettrico è previsto di regolatori d’intensità della luce, abbassatele almeno del 50%.

 

Musica: se non avete cd di musica relax, provate a cercare questi canali youtube:

Ambiente: un vaso di fiori freschi, una bella pianta o una ciotola in legno con acqua, candele galleggianti e petali di rosa renderanno la vostra cabina perfetta.

PREPARARE LA POLTRONA RELAX O LA POSTAZIONE MANI

Disponete sul piano di lavoro in modo armonico alla vista:

  • una ciotola per il maniluvio
  • Petali di rosa o fiori freschi o, in alternativa, fiori essiccati

  • Olii essenziali o pastiglie effervescenti per le mani

  • Couvette per creme e prodotti esfolianti

  • Vassoio e accessori per la preparazione della tisana relax

  • Hot caby contenente 4 oshibori umidi e 4 lavette asciutte

PROTOCOLLO DEL TRATTAMENTO

FASE 1 – Welcoming scrub

Fate accomodare la cliente alla quale avrete precedentemente fatto indossare un accappatoio caldo e assicuratevi che sia a proprio agio. La cliente devevere le braccia scoperte.

Prelevate una noce di scrub (es. con olio di argan e gelsomino del deserto) e massaggiate con cura la mani salendo fino al gomito.

Prelevate poi due oshibori umidi e procedete col la rimozione dello scrub

Avvolgete poi le mani con due lavette calde e lasciate la cliente in posa mentre preparate

FASE 2 – Il bagno di fiori

Preparate la ciotola riempiendola con acqua a 37° circa e sciogliete all’interno una compressa effervescente sbiancante a base di rosa canina oppure utilizzate olii essenziali rilassanti. Spargete poi i petali di rosa freschi o essicati.

Togliete le lavette alla cliente e invitatela ad immergere le mani per 5 minuti.

FASE 3 – Maschera

Dopo aver sciugato le mani della cliente, applicate con un pennello viso, una maschera idratante e tonificante (ad esempio all’aloe). Infilare le mani negli appositi guanti occlusivi ed avvolgerle nei guanti in spugna per paraffina, caldi.

Lasciar agire 10 minuti e poi sciacquare immergendo le mani in acqua tiepida e olii essenziali.

FASE 4 – Massaggio

Tamponare le mani con gli oshibori umidi per eliminare ogni eventuale eccesso di prodotto e poi aciugare con le lavette calde.

Procedere con il massaggio utilizzando un burro corpo (es. all’olio d’argan ed estratto di gelsomino del deserto) eseguendo queste manualità:

  • manualità di apertura da effettuare con entrambe le mani: i pollici sfiorano il dorso mentre gli indici lavorano sul palmo, dalle dita al polso.
  • Spinta del pollice sulla zona palmare fino alle eminenze tenari a seguire sfioramenti sino all’incavo del gomito e ritorno.
  • Massaggio palmare con dita e nocche, ruotando, dal pollice
  • Eseguire piccoli cerchi (3x) negli spazi interdigitali dal mignolo al pollice prima della parte superiore e poi nella parte palmare
  • Eseguire dei piccoli cerchi sulle dita, dall’unghia ai lati, in contemporanea
  • Intra ed extra rotazione e successiva trazione dito per dito
  • Flessione delle dita
  • Passaggio del pollice tra gli spazi interdigitali
  • Rotazione del polso in un senso e nell’altro, verso l’alto e verso il basso
  • Disarticolazione della mano e successiva trazione sfiorante delle dita
  • Drenaggio dell’avambraccio nella parte interna fino all’incavo del gomito con manualità a braccialetto o presa a “c”
  • Scuotimento
  • Trazione della mano tra le vostre dita con manualità connettivali

FASE 5 – Conclusione del trattamento e tisana

Concludere il trattamento con una tisana relax.

Consigli alla cliente per il mantenimento a casa e/o di trattamento nail.

Saluto e congedo

Spero abbiate apprezzato e, se avete domande, scrivermi su whatsapp. Fatemi sapere come vivranno questo nuovo rituale, le vostre clienti.

La Vostra Valentina