Il Collagene

9 Ago 2019

Il Collagene

Ciao Ragazze,

torniamo per un attimo sui banchi di scuola per ripassare un argomento, il collagene, perchè comprendere a fondo cosa sia e a cosa serve, e come aiutarlo quando comincia a non rinnovarsi più, è utile per strutturare protocolli mirati per le vostre clienti.

Il collagene è la proteina principale del tessuto connettivo e rappresenta circa il 6% del peso corporeo di una persona.

La sua molecola ha dimensioni molto grandi (guardate qui sotto l’immagine e poi vi spiego il perchè sto dando rilevanza a questa informazione)

In questa immagine è riassunto come viene sintetizzata la proteina di collagene. Non voglio farvi diventare delle biologhe ma ragionate con me:

come potete vedere dall’immagine, la disposizione più stabile del collagene è a tripla elica. Per la formazione di questa tripla elica, la vitamina C ha un ruolo fondamentale. In mancanza di questa, la tripla elica si degrada velocemente. Ve la faccio più semplice, guardate qui

Fate conto che questo marshmallow sia una unità di tropocollagene (diciamo il primo mattone per costruire una fibra di collagene). Ogni unità di tropocollagene ha la stessa lunghezza ed è formato dalla stessa sequenza ripetuta di amminoacidi (le 3 strisce di marshmallow colorate).

Tanti marshmallow (tropocollagene) legati assieme formano la fibrilla e tante fibrille legate assieme, la fibra di collagene. queste fibre sono flessibili ma non estensibili (si piegano ma non si allungano). Trattengono acqua e quindi contribuiscono a mantenere l’idratazione della pelle.

Ora vi chiedo: riuscireste a mangiare 10 file di marshmallow assieme? No, perchè sono troppo grosse rispetto alla nostra bocca. Vi faccio questo paragone per farvi capire che il collagene è talmente grande come molecola, che pensare di farlo permeare attraverso la pelle, solo spalmando una crema che dice di contenerlo, è come cercare di mangiare 10 file di marshmallow in un boccone. Non si riesce.

Ora finisco di dirvi due cose sul collagene e poi torniamo su questo argomento.

I tipi di collagene conosciuti sono 28 ma a noi interessa il primo, il più presente, quello che troviamo nella pelle (oltre a tendini, ossa e cornea). Il collagene di tipo 1, serve a garantire elasticità alla pelle ed ai tessuti. Viene prodotto dai fibroblasti del derma nei normali processi metabolici del rinnovamento cellulare. Il derma è un tessuto connettivo (che è formato da fibre di collagene ed elastina sintetizzate dai fibroblasti) che da sostegno e nutrizione all’epidermide. Contiene gli annessi cutanei quali bulbi piliferi, ghiandole, vasi sanguigni, sistema linfatico e innervazione.

Disidratazione della pelle, perdita di tono e comparsa di rughe sono i segnali che il collagene si sta degradando o non si rinnova più in quantità sufficienti.

Le cause? Intanto l’età e poi anche tabagismo, consumo eccessivo di alcolici e caffè, stress intenso e l’inquinamento contribuiscono.

E’ molto importante capire quali sono le cause dell’invecchiamento, nel nostro caso cutaneo, per meglio saper affrontare e contrastare gli effetti negativi di questo processo.

Torniamo ai 10 marshmallow e al fatto che sia impossibile mangiarli tutti assieme.

Prodotti cosmetici che dicono ti contenere collagene, fondamentalmente non servono allo scopo che ci vogliono far credere. Aiutano ad idratare si, ma non servono a far aumentare il collagene perso per le cause elencate prima. Quello che invece possiamo fare è andare all’origine e quindi aiutare i fibroblasti (che sono i preposti alla sintesi/produzione di collagene). Come?

  1. Prodotti che contengono vitamine, prima tra tutte la vitamina C e la A
  2. Oli e burri vegetali (olio d’oliva, olio di girasole, burro di karité e burro di cacao). La parte insaponificabile dei grassi vegetali è una miscela di idrocarburi, fosfolipidi, pigmenti, steroli, alcooli grassi sono in grado di regolare il metabolismo dei fibroblasti.

Se vogliamo ottenere dei risultati visibilmente più importanti ci possiamo anche affidare a macchinari estetici come la radiofrequenza, particolarmente indicata quando il problema è proprio la diminuzione del collagene.

Le onde elettromagnetiche della radiofrequenza (se volete maggiori informazioni su questa tecnologia, le trovate qui )  migliorano l’attività della pompa sodio-potassio della membrana fibroblastica stimolando la produzione di nuovo collagene, elastina e acido ialuronico in modo naturale.

Consiglio pratico presente nel Metodo Estetispa Academy

Chiedete alla vostra cliente che prodotto antiage sta usando a casa e se nell’inci, c’è appunto il collagene, spiegate ciò che vi ho scritto qui e fate presente che sono più adatti allo scopo, prodotti con le vitamine C e A (ad esempio).

 

Spero di esservi stata utile.

La Vostra Valentina

2 Responses

Lascia il tuo commento

LA NOSTRA COMMUNITY

Unisciti a noi e resta sempre informata

L'outlet dell'estetica
Il salotto di Estetispa
A.A.A. Estetista cercasi
Estetispa Academy