Vi racconto la storia della vostra collega Oriana

Ciao ragazze,

oggi voglio fare una cosa un pò diversa…raccontarvi una storia. Quella di Oriana, una vostra collega che, due anni fa ha fatto svoltare la sua attività in meglio.

Ho voluto darle “voce” perchè tante di voi mi scrivono oggi dicendomi di essere in crisi e voler chiudere perchè non sanno da che parte riprendere. Vi sento confuse, preoccupate ma sopratutto perse e poco organizzate. Oriana si sentiva esattamente come voi…

Ecco la sua storia!

Ciao Oriana, Vorrei che mi raccontassi un po’ la tua storia.

  • Io sono titolare da 10 anni ma lavoravo già prima (da 12 anni) in quello che adesso è il mio centro estetico, come dipendente. Quando la mia titolare ha deciso di vendere, ho deciso di provarci e l’ho acquistato, determinata a mettermi sul mercato. Ho cominciato prendendo una dipendente part time e ho cercato di avviare al meglio la mia attività.

E ci sei riuscita?

  • Non è stato facile perché non avevo le competenze. La scuola purtroppo non ti prepara a questo. Ti insegnano a lavorare bene in cabina, ti insegnano le varie manualità però spesso mancano quelle che sono le competenze imprenditoriali. Quando ho preso coscienza di questa mancanza, ho cominciato a cercare dei corsi e a fare formazione ottenendo dei buoni risultati.

Ora quante siete a lavorare?

  • Adesso siamo in 3 e il mio centro di quasi 130 mq è suddiviso in “settori”. Ho la cabina per i trattamenti mani, viso, corpo, relax, reception e sala d’attesa. E’ diviso in cabine dedicate ecco.

Prima di incrociare sul tuo cammino Beauty Premiere, secondo te quali erano i problemi?

  • Dunque… per quanto mi affannassi a lavorare non era mai abbastanza perché non avevo sotto controllo la parte economica, non sapevo fare e leggere un business plan che mi aiutasse a capire dove ero carente e l’obiettivo da raggiungere e soprattutto io ero terrorizzata dalla vendita. La vedevo quasi come un far subire alla cliente un qualcosa di spiacevole. Grazie a Beauty Premiere questo è cambiato. Ho fatto uno scatto mentale nel capire che sono una professionista del settore, ho capito quanto sia importante l’ascolto del cliente per capirne i bisogni, consigliarlo e spiegare quello che si sta facendo durante un trattamento, cosa può fare a casa per il mantenimento consigliando i prodotti adatti alle sue esigenze. I corsi associati a Beauty Premiere mi hanno aiutato in questo.

“Far vivere al cliente “la vendita” in un modo diverso e questo è stato tanto ma tanto apprezzato dai miei clienti”

Dove hai conosciuto Beauty Premiere?

  • Come ti dicevo prima, quando mi sono resa conto delle mie carenze, ho cercato dei corsi di formazione che mi aiutassero a diventare imprenditrice e ho conosciuto Prima Group. Con i loro corsi mi sono subito sentita cambiare. Sono diventata più sicura di me, più reattiva anche in situazioni difficili e mi hanno fatto scoprire delle potenzialità che nemmeno io sapevo di avere. Loro hanno creduto in me e nel mio obiettivo (che poi era quello di migliorare) e da li mi hanno proposto di diventare partner del gruppo Beauty Premiere.
  • Ci ho creduto fin da subito anche perché ho visto il cambiamento non solo su di me ma anche su chi lavora con me, le mie collaboratrici. Abbiamo avuto una crescita costante e se ne sono subito accorte anche le nostre clienti, apprezzando tantissimo.
  • Sia io che il mio team siamo state formate, perché i centri Beauty Premiere vengono costantemente formati, siamo seguite sotto diverse aree. Ad esempio l’ascolto del cliente per poter fare una vendita efficace ed etica soprattutto, al saper gestire bene le telefonate soprattutto quando siamo noi a contattare i nuovi clienti (lavoriamo tantissimo con la lead generation), essere chiare precise e disponibili, a guardare i piccoli dettagli che prima, non essendo organizzate, sfuggivano e invece sono fondamentali.

Secondo te in quanto tempo è avvenuto il vostro cambiamento in positivo (sia su di te che sul tuo team che poi hanno percepito anche le clienti)?

  • Per me è stato quasi immediato. Avevo proprio bisogno di una spinta, di una sferzata, di una motivazione ancora più forte di quella che mi aveva comunque già spinto a cercare “aiuto”. A livello di team, è stato graduale ma i benefici li abbiamo visti già nei primissimi mesi per poi, nell’arco di un anno – un anno e mezzo, vivere la svolta. E questo anche grazie al nostro grande affiatamento.

Come lo definiresti il tuo centro estetico oggi?

  • E’ un centro estetico formato da professioniste, dove la formazione e l’affiancamento da parte di Beauty Premiere, ci fa costantemente migliorare e non ci fa perdere di vista nessun aspetto: dall’accoglienza all’ascolto, la disponibilità verso il cliente. Abbiamo una gamma di tecnologie (che se uno vuole, sono fornite da Beauty Premier) molto efficaci, abbiamo delle schede che ci aiutano a ritagliare su misura di ogni cliente, i trattamenti, abbiamo più linee di prodotti che servono per ottenere si i risultati, ma sono rispettosi della pelle e della natura in quanto sono linee bio. Noi prima lavoravamo tantissimo con l’estetica di base mentre oggi lavoriamo tantissimo con l’estetica avanzata. Che non vuol dire solo tecnologie ma anche manualità e prodotti cosmetici altamente performanti. Siamo state accompagnate in questa scelta, senza alcuna imposizione. Come loro ci hanno insegnato ad ascoltare le esigenze della nostra clientela, altrettanto hanno fatto con noi, trovandoci le soluzioni migliori per raggiungere quello che era il mio ideale di centro estetico.
  • E tutto questo, si ripercuote positivamente sulle clienti che ora si sentono guidate da noi. Prima ero passiva se vogliamo. Era la cliente a chiedermi un servizio e io lo eseguivo, certo, al meglio, ma il tutto era molto limitato. Oggi invece la differenza è che la cliente la guidiamo e seguiamo. Siamo io e il mio team a proporre il meglio per loro, in base alle esigenze che riscontriamo.

A livello di immagine è cambiato qualcosa?

  • Il mio centro non è cambiato a livello di struttura e Beauty Premiere non me lo ha chiesto ma ci siamo talmente evolute che ci piacerebbe cambiare. In ogni caso ciò che le clienti hanno piacevolmente notato sono stati appunto la cura nei dettagli, nel come sistemiamo la cabina per accoglierle, tutto è in ordine e pulito, con l’atmosfera giusta, con la musica adeguata (io spesso prima avevo la radio mentre ora metto musica rilassante anche se la cliente deve fare una ceretta) perché ho imparato che anche la musica, se adeguata, predispone al rilassamento e all’idea di benessere, a prescindere dal trattamento/servizio che deve fare.

Consiglieresti Beauty Premiere perché e a chi?

  • Io lo consiglio sicuramente perché da la possibilità a noi estetiste di crescere e diventare ancora più solide come imprenditrici e professioniste, lo consiglio a chi si vuole migliorare perché la formazione è continua, il confronto con le colleghe anche.

È una fonte di crescita grazie a tutti i professionisti che ci supportano, aiutano e consigliano.