Dermopigmentazione, tatuaggio, piercer: incontro al Ministero della Sanità

9 Lug 2019

Dermopigmentazione, tatuaggio, piercer: incontro al Ministero della Sanità

Ciao Ragazze,

come molte di voi sanno, l’11 giugno 2019 c’è stato un incontro al Ministero della Salute per parlare di Dermopigmentazione, tatuaggio, piercer.

Gli argomenti toccati sono stati molti ma il principale è che l’Italia si dovrà adeguare alle normative europee rivedendo parecchie cose:

La proposta del Ministero riguarda il nuovo assetto ed i vari profili/attività:

• Operatore di Tatuaggio;

• Operatore di Dermopigmentazione;

• Operatore di Piercing;

• Operatore di Microblading;

• Esecuzione della foratura del lobo auricolare.

Queste qualifiche si potranno ottenere in questi modi:

1) Attraverso un corso base standard: se il soggetto richiedente non ha alcuna qualifica di settore, o se non è in possesso dei requisiti richiesti nella tipologia presa in esame;

2) Attraverso specifici percorsi formativi integrativi, nel caso in cui il soggetto richiedente sia in possesso di una qualifica diversa da quella prevista per l’esercizio dell’attività.

3) Attraverso specifici percorsi formativi integrativi, per tutti quei soggetti che già esercitano l’attività. In tal caso dovrà essere data dimostrazione (per mezzo di idonea documentazione) della comprovata esperienza, al momento di entrata in vigore del documento, attualmente ancora in bozza: “Prescrizioni in materia di sicurezza delle pratiche di tatuaggio, trucco permanente e altre pratiche di decorazioni corporee”.

4) E’ inoltre previsto un aggiornamento periodico delle competenze.

Insomma per alcuni una rivoluzione ma onestamente io la chiamerei di più “chiarezza” in un settore che è in continua evoluzione e non può continuare ad essere non normato a livello nazionale, in modo completo e definitivo.

Cosa accadrà?

• L’intero assetto normativo che fino ad ora ha regolamentato il settore del Tatuaggio e del PMU sta per essere completamente stravolto e dunque verrà presto sostituito con un nuovo impianto normativo, sia a livello europeo che italiano;

• La proposta ha come scopo primario quello di porre in essere una norma di settore unica e generale, al fine di rendere uniformi le normative poste in essere dalle Regioni;

• Costituire un profilo unico, sia per il tatuatore e sia per il dermopigmentatore a livello nazionale, grazie ai nuovi percorsi formativi previsti che verranno riconosciuti in tutte le Regioni;

• Gli operatori del settore saranno tenuti a frequentare costanti e periodici aggiornamenti;

• È previsto un elenco dei professionisti autorizzati, così da garantire maggiore chiarezza nei confronti del cliente e per contrastare il fenomeno dei tatuatori e dermopigmentatori abusivi;

• Le Regioni ricoprono un ruolo fondamentale per quanto concerne la definizione, approvazione e implementazione del nuovo quadro delle qualifiche e del profilo del tatuatore e del dermopigmentatore per il riconoscimento a livello nazionale.

 

(Fonte: www.studiolegalemurgia.it)

Insomma non è che accadrà tutto in poco tempo ma finalmente qualcosa si muove.

Restate connesse ragazze che appena ci saranno novità, sapete già che sarò qui pronta per parlarvene.

La Vostra Valentina

 

 

Lascia il tuo commento

LA NOSTRA COMMUNITY

Unisciti a noi e resta sempre informata

L'outlet dell'estetica
Il salotto di Estetispa
A.A.A. Estetista cercasi
Estetispa Academy