La biostimolazione neuro-muscolare

Ciao Ragazze e ciao Ragazzi,

oggi voglio affrontare con voi un argomento interessante sono molteplici aspetti. Si tratta della tecnologia che utilizza la microcorrente. Ho chiesto ad un’amica, Elisa Liverani di Caci, di raccontarci tutto il suo sapere.

Pronti? Partiamo!

La microcorrente è stata utilizzata per la prima volta in campo medico, per il trattamento della paralisi di Bell e dell’ictus che provocano una debolezza o una paralisi improvvisa dei muscoli di un lato del viso .

Utilizzata anche in campo sportivo per le lesioni muscolari, aiuta nella riabilitazione del muscolo. Ampiamente usato anche nelle unità ustionati ospedaliere come il Wellington Hospital, per guarire e riparare la pelle. La microcorrente ha un’azione riparatrice sui tessuti.

La Microcorrente migliora il tessuto cutaneo e favorisce la guarigione e la riparazione.

Cicatrici da acne, danni causati dal sole, pelle secca e disidratata, rughe, pelli sottili, pori dilatati, migliora il turgore, la compattezza, ridensifica.

La Microcorrente funziona in armonia con il campo bioelettrico del corpo stesso.

Gli impulsi elettrici da Microcorrente sono simili a quelli del corpo, il che rende la corrente virtualmente sub-sensoriale (non si sente nulla)

Tutti i muscoli vengono stimolati, il modo migliore per mantenere la forma del viso tonica, scolpita. Non solo il corpo può beneficiare di un allenamento muscolare per mantenersi in forma.

La Microcorrente stimola il GTO (organo del tendine di Golgi) per riprogrammare il muscolo Il GTO è il cervello del muscolo e aiuta a mantenere il muscolo tonico e sano. Il GTO determina la lunghezza del muscolo.

Il muscolo risponde dopo pochi secondi senza contrazione visibile.

GLI STUDI SULLA MICROCORRENTE

MICRO-CORRENTE STIMOLAZIONE ELETTRICA NEUROMUSCOLARE – M.E.N.S.

Nel 1792, Galvani osservò che i tessuti feriti generano correnti elettriche diverse da quelle delle cellule sane. Questo fenomeno è stato poi definito la corrente di lesione.

È ormai noto che l’elettricità gioca un ruolo vitale nella funzione cellulare.

Alterando i segnali elettrici interni con una micro-corrente elettronica esterna, può essere possibile regolare la crescita, lo sviluppo e la riparazione dei tessuti feriti.

Le cellule tissutali danneggiate producono una corrente elettrica attraverso la perdita di ioni intracellulari e l’interruzione del meccanismo della pompa del sodio. La corrente cambia poi i normali schemi di potenziale elettrico.

Le cellule non danneggiate tentano di ripristinare il normale funzionamento dei tessuti danneggiati ripristinando il normale potenziale elettrico.

Con l’aggiunta di micro-stimolazione artificiale esterna che è simile alle correnti elettriche fisiologiche del corpo, il meccanismo omeostatico (equilibrio) del corpo può essere facilitato, stabilendo così il palcoscenico per la guarigione e il recupero.

Cheng e collaboratori hanno usato la pelle di ratti maschi localmente allevati per determinare gli effetti biochimici del trattamento con corrente elettrica sulla generazione di ATP, la sintesi proteica, e il trasporto di membrana.

Hanno riportato un aumento da tre a cinque volte i livelli di ATP a correnti che vanno da 50-1000 micro-ampère. Correnti di 5000 micro-ampère hanno diminuito la concentrazione di ATP.

Quando l’ATP viene reintegrato nei tessuti feriti, il trasporto attivo della membrana viene aumentato, permettendo così il flusso intracellulare di nutrienti e il flusso extracellulare di materiali di scarto.

Questo processo permette l’emergere di tessuti sani. L’ATP fornisce anche la fonte di energia di cui i tessuti hanno bisogno per costruire le proteine.

La MENS, quindi, avvia il processo di guarigione, reintegrando l’ATP, aumentando il trasporto degli ioni sulla membrana e facilitando la sintesi delle proteine.

I benefici della microcorrente:

  Adenosine Tri Phospahte ATP up to 500% (Cell Energy)

 Fibroblastic Activity up to 60% (Collagen Stimulation)

  Protein Synthesis up to 73% (Elasticity Fibres)

  Cell Permeability 30-40% (Nutrition Absorption)

  Queste minuscole micro-correnti sono di solito al di sotto della soglia della percezione sensoriale, in altre parole, la stimolazione subliminale subsensoriale. NON SI SENTE ALCUN FASTIDIO.

Le micro-correnti sono chiaramente più delicate, confortevoli e ben accettate dai CLIENTI rispetto alle correnti di milliampere.

La cosa più importante è che la MENS ( MICRO-CURRENT ELECTRICAL NEUROMUSCOLAR STIMULATION) sembra essere efficace nell’accelerare il tasso di riparazione e rigenerazione dei tessuti.

Qualcosa di unico sembra verificarsi con MENS. Forse con le micro-correnti ci stiamo muovendo verso il basso in una zona speciale di bioelettricità che può potenziare e migliorare le energie di guarigione naturale nel corpo.

Carley e Wainapel (1985) hanno scoperto che la corrente continua a bassa intensità nell’intervallo 200-800 micro-amplificatori era in grado di accelerare il tasso di guarigione delle ulcere da decubito del 150-250%. Le ferite trattate con corrente a bassa intensità e le cicatrici guarite erano più resistenti. Studi del 1968 hanno riportato una guarigione accelerata e un tessuto cicatriziale più forte in tre pazienti con ulcere da stasi venosa trattate con elettroterapia a bassa intensità nell’intervallo di 75- 100 micro-ampère. Tutte le ulcere trattate sono guarite in 42 giorni o meno.

 Wolcott (1969), hanno riferito che il tasso di guarigione in 67 pazienti con ulcere cutanee ischemiche è stato aumentato da un tasso medio di guarigione del 5% a settimana nel gruppo di controllo non trattato al 13,4% nel gruppo trattato con 200-1000 microampère di corrente continua costante.

Gault e Gatens (1976) hanno riferito che 106 ulcere cutanee ischemiche trattate con 200-800 micro-ampère sono guarite più del doppio dei controlli non trattati.

Alvarez (1983) ha studiato gli effetti della corrente di S0300 micro-amplificatori D.C. sulla guarigione epidermica e dermica delle ferite. Hanno osservato un aumento significativo dell’attività di sintesi del collagene e il tasso di riepitelizzazione della ferita.

Quando la produzione di collagene per contenuto di DNA è stata analizzata, si è concluso che l’aumento della produzione di collagene era dovuto all’aumento del numero di cellule produttrici di collagene.

Questo, riflette certamente un aspetto del perché il MENS è stato anche chiamato “biostimolazione” o “terapia bioelettrica”, a causa della sua capacità di stimolare la fisiologia cellulare e la crescita.

Quali meccanismi biochimici possono essere alla base degli effetti bio-stimolatori della MENS?

In uno studio con importanti implicazioni per l’elettroterapia a microcorrente, Cheng (1982), hanno studiato gli effetti di correnti elettriche di varia intensità su tre variabili critiche per il processo di guarigione, ovvero la generazione di ATP, la sintesi proteica e il trasporto di membrana. A 500 microampere, la generazione di ATP nella pelle di ratto è stata aumentata di quasi il 500%, che gli autori hanno concluso che è stato un “notevole aumento”. Quando l’ATP viene reintegrato nei tessuti feriti, il trasporto attivo della membrana viene aumentato, permettendo così il flusso intracellulare di nutrienti e il flusso extracellulare di materiali di scarto. Questo processo permette l’emergere di tessuti sani. L’ATP fornisce anche la fonte di energia di cui i tessuti hanno bisogno per costruire le proteine.

La MENS, quindi, avvia il processo di guarigione, reintegrando l’ATP, aumentando il trasporto degli ioni sulla membrana e facilitando la sintesi delle proteine.

Il trasporto degli amminoacidi è stato aumentato del 30-40% rispetto ai livelli di controllo utilizzando 100-500 micro-ampère. Come la corrente è stata aumentata ulteriormente, questi effetti bio-stimolatori sono stati invertiti, con correnti superiori a 1000 micro-ampère riducendo un assorbimento del 20-73%, e la sintesi proteica viene inibita dal 20 al 70%.

Una legge in fisiologia nota come “Legge di Arndt-Schultz” 14, afferma che una debole stimolazione biologica aumenterà l’attività fisiologica, mentre se spinta oltre il punto ideale a livelli più intensi, questa stimolazione invertirà i suoi effetti migliorativi e diventerà inibitoria, ritardando così l’attività fisiologica.

Abbiamo gridato elettricamente al corpo con milliampere elevati ( elettrostimolatori classici) quando sarebbe meglio sussurrargli nel linguaggio micro-corrente rispettando i sistemi di guarigione bioelettrica naturale?

Forse il corpo trova davvero più facile ascoltare elettro-fisiologicamente, lunghi e morbidi sussurri che brevi suoni acuti. Molto probabilmente stiamo riproducendo più accuratamente il linguaggio curativo della natura con un generatore di Microampere.

 La tecnologia CACI NON SURGICAL SOLUTIONS utilizza la microcorrente M.E.NS in ambito estetico: per tonificare, sollevare e rieducare i muscoli, aumentando così il loro volume. Utilizza anche programmi per la rigenerazione e riparazione della pelle.

Si ottiene un lifting estremamente naturale. Si ricreano i volumi persi con l’avanzare degli anni. Il viso ritorna nella sua forma migliore. I risultati sono evidenti.

La nostra offerta commerciale per acquisto delle tecnologie:

Rottamazione del vostro usato

Se desideri rinnovare il tuo parco tecnologico ed avere nuovi macchinari ad alta tecnologia particolarmente performanti con il massimo sconto: APPROFITTA DELLA ROTTAMAZIONE USATO 2021, ritiriamo il tuo usato in cambio di un nuovo acquisto.

Ringrazio Elisa per tutte queste informazioni e a Voi lascio i contatti dell’azienda nel per richiedere maggiori informazioni:

BEXTERI Beauty Technology

Sede legale e operativa Piazza Vittorio Emanuele III 6/A – 15021 Alfiano Natta(AL) – Italy

Training Center Via Conte Francesco Ratti 1/A – 24044 Dalmine (Bg)

Phone e whatsapp:+39 0141/922135

Mail: info@bexteri.it

sito: www.bexteri.it 

Pagina Facebook 

Instagram