Protocollo di Sanificazione, Disinfezione e Sterilizzazione

9 Gen 2020

Protocollo di Sanificazione, Disinfezione e Sterilizzazione

Ciao Ragazze,

siccome nel peridio Natalizio diverse di voi hanno ricevuto controlli dalle loro ASL e a tutte è stato chiesto di mostrare il Protocollo di Sanificazione, Disinfezione e Sterilizzazione, ho pensato di farvi una traccia così da attivarvi nel creare il Vostro nel caso in cui non lo abbiate ancora.

Questa tipologia di protocollo solitamente prevede queste voci:

  1. Disinfezione delle mani dell’operatore per operazioni senza l’uso di guanti
  2. Disinfezione della cute del cliente
  3. Disinfezione degli strumenti di lavoro sterilizzabili e non autoclavabili
  4. Disinfezione di materiale in plastica e gomma
  5. Disinfezione di materiale vario
  6. Disinfezione ambientale

e poi, per ogni voce, va compilata la procedura che mettete in atto nel Vostro centro estetico per eseguire tale disinfezione.

Ecco alcuni esempi con qualche mio commento.

Disinfezione delle mani dell’operatore per operazioni senza l’uso di guanti

Per la disinfezione delle mani possono essere utilizzate (indicate la soluzione/disinfettante che utilizzate di solito) su cute già umida frizionando per 2-3 minuti e usando uno spazzolino da utilizzare sotto le unghie.
Sciacquare e asciugare con panno pulito o sterile.

Disinfezione della cute

Per la disinfezione della cute, nel caso di operazioni di manicure e pedicure, possono essere utilizzate (indicate anche qui la tipologia di soluzione/disinfettante che utilizzate di solito come, ad esempio, soluzioni composte con basi di ammonio quaternario o alcoli da soli: citrosil alcolico incolore, bialcol.
Vi consiglio di evitare l’alcol denaturato in quanto è irritante.


Disinfezione degli strumenti di lavoro sterilizzabili e non autoclavabili


Gli strumenti di lavoro dopo ogni utilizzo vengono sottoposti alle seguenti fasi:

Sciacquare con acqua corrente.
Immergere in soluzioni detergenti e disinfettanti per almeno 30 minuti (o rispettando quanto previsto nella scheda tecnica della strumentazione riguardo a diluizione e tempo di contatto)
Sciacquatura finale con acqua corrente.
Asciugatura con salviette normali che successivamente vengono lavate in lavatrice.
Gli strumenti sono riposti in uno degli apparecchi in uso secondo le istruzioni del costruttore dell’apparecchio.

In caso di sterilizzazione mediante stufe a secco, gli strumenti vengono sottoposti a una temperatura di 180° per 30 minuti, oppure 170° per 60 minuti, oppure 160° per 120 minuti.

In caso di sterilizzazione in autoclave, gli strumenti vanno inseriti in apposite buste, sulle cui viene apposta la data di sterilizzazione, sigillati e riposti nella camera di sterilizzazione per un tempo pari a quanto indicato dal costruttore dell’apparecchio. Ricordatevi di indicare sempre i minuti, la temperatura e la pressione. Le buste contenente gli strumenti saranno aperte davanti al cliente al momento dell’utilizzo; la sterilità è garantita per 30 giorni in
busta singola e 60 giorni in busta doppia.

In caso di sterilizzazione in un apparecchio a sfere di quarzo, gli strumenti vanno rimossi afferrandoli a livello dell’impugnatura o utilizzando pinze sterili e riposti successivamente in appositi contenitori sterili, oppure in sterilizzatore raggi UV-C.

In caso di disinfezione ad alto livello gli strumenti vanno immersi in soluzione nei disinfettanti (es: acido peracetico < 1%; derivati del cloro (ipoclorito di sodio ) 1000- 5000 ppm di cloro attivo per >20 minuti) per periodi di tempo indicati dal produttore del disinfettante; vengono poi estratti con pinze sterili, lavati in acqua
sterile per rimuovere il disinfettante, asciugati e infine riposti in appositi contenitori sterili, oppure in sterilizzatore raggi UV-C. Lo scopo dell’asciugatura con panni sterili è quello di eliminare tutti i residui umidi per evitare corrosioni e macchie biancastre sugli strumenti. Indicate anche che il confezionamento ha lo scopo di garantire che dopo la sterilizzazione gli strumenti mantengano lo stato di sterilità e siano protetti da contaminazione.

Disinfezione di materiale in gomma e plastica

I materiali in gomma e plastica sono sottoposti alle seguenti fasi:
Sciacquare con acqua corrente;
Immergere in soluzioni detergenti e disinfettanti per almeno 30 minuti o comunque rispettando quanto previsto nella scheda tecnica del prodotto riguardo a diluizione e tempo di contatto;
Sciacquatura finale in acqua corrente;
Asciugatura con salviette;
Riporre in un contenitore per il pulito.

Disinfezione di materiale vario

Ogni capo di biancheria è sostituito dopo ciascuna prestazione; Asciugamani, teli ecc. sono lavati in lavatrice a
temperatura non inferiore ai 60°.

Disinfezione ambiente


Pavimenti, pareti, arredi:
Pulizia preliminare a umido o con scopa aspiratore per rimuovere lo sporco.
Disinfezione con stracci o spugne imbevute in soluzione acquosa di aldeide formica al 5% o sali di ammonio e clorexidina o ipoclorito di sodio.
Lasciare asciugare.
Sciacquare spesso in acqua gli stracci impiegati.
Lavelli, servizi igienici:
Pulizia con normali detergenti.
Impianti di ventilazione:
Gli impianti di trattamento dell’ aria sono sottoposti periodicamente a interventi di manutenzione.
Carrelli e poltrone:
Carrelli e poltrone sono tenuti costantemente in perfette condizioni di pulizia; il loro lavaggio è eseguito con soluzioni detergenti e disinfettanti
Abbigliamento:
Durante il lavoro gli operatori indossano sopravvesti o apposite divise, sempre in perfette condizioni di pulizia.
Durante il lavoro non devono essere portati anelli, e si raccomanda anche di non indossare bracciali e orologi.
Eventuali abrasioni, ferite o infezioni alle mani devono essere curate e sempre protette.
Dispositivi monouso
I dispositivi monouso devono essere riposti in apposito contenitore e conferiti a ditte autorizzate allo smaltimento, nel rispetto delle procedure previste dalla normativa vigente.

Al termine del documento ricordate di mettere sempre la data e il timbro del Vostro centro estetico con la firma.

 

Se volete un file già pronto, scrivetemi su whatsapp al 340/5020158 e ve lo invio

Spero di esservi stata utile

La Vostra Valentina

 

Se non vuoi perdere altri blogpost come questo, seguimi:

Su Facebook

Su Instagram

Su Linkedin

6 Responses

  1. Top line

    Grazie mille, utilizzo già questi accorgimenti, l’unica cosa, questo modulo dj cui parli, che bisogna compilare, dove si trova, e basta compilarlo una sola volta..Grazie mille
    Roberta

    1. Valentina Benedetto

      Ciao Roberta, se ne vuoi un esempio, scrivimi la tua mail al mio whastapp 340/5020158 e te lo mando. Va compilato e aggiornato nel caso in cui si aggiungessero cose da sanificare, sterilizzare o disinfettare.

Lascia il tuo commento

LA NOSTRA COMMUNITY

Unisciti a noi e resta sempre informata

L'outlet dell'estetica
Il salotto di Estetispa
A.A.A. Estetista cercasi
Estetispa Academy