Regole nuove e buchi in agenda

Regole nuove e buchi in agenda

Qualche consiglio per darvi una mano

I nuovi DPCM hanno posto diverse nuove regole per le quarantene, sull’obbligo vaccinale e il greenpass da presentare anche da voi a partire dal 20 gennaio.

Una delle preoccupazioni più grandi che mi avete esternato è che vi aspettate l’arrivo di un’ondata di buchi in agenda.

Come potete gestirli e, magari, evitarne alcuni?

Sicuramente il primo consiglio che posso darvi è di essere molto più presenti con le vostre clienti in modo tale che, anche se mal prese dalle mille preoccupazioni, gestione dei figli a scuola o in DAD, possibili quarantene ect… non dimentichino l’appuntamento da voi.

Qualche dato

Mi sono confrontata con il team di Venere Software per avere una fotografia precisa riferita all’argomento Buchi in Agenda e questi sono i loro dati:

Hanno svolto un sondaggio tra 1300 titolari di centri estetici, ed è emerso che mediamente ogni settimana ogni centro ha minimo 3 buche in agenda.

In un anno sono 156 appuntamenti mancati e, facendo una media dei prezzi dei vari listini dei centri intervistati, hanno stimato una perdita economica, derivante dai soli appuntamenti annullati, pari a 7.800 euro.

La perdita economica complessiva derivante dalle buche in agenda è data sommando:

  • costo relativo all’ appuntamento;
  • costo manodopera inutilizzata;
  • costo mancata occasione di poter fare up selling o cross selling.

Le scuse

Da ciò che mi riferite voi e dal sondaggio svolto da Venere Software, le scuse contro le quali vi ritrovate a “combattere” le possiamo riassumere in 2:

  • Mi sono dimenticata ma sai mi è successo questo…
  • Ah, mi hai mandato un sms? Ma io non li leggo mai scusami

Soluzione? Whatsapp!

Come vi dicevo all’inizio, data la situazione dove davvero ci stiamo ritrovando un po’ tutti a “navigare a vista”, l’unico modo è essere più presenti con le clienti e utilizzare il sistema più smart del momento: whatsapp!

Ve lo dico da due anni ormai e sono felice che i softwaristi di Venere si siano attivati per integrare questo tipo di messaggeria all’interno di MY Venere, app scaricabile GRATUITAMENTE da tutte le titolari di centri estetici.

Dai loro sistemi informatizzati, hanno potuto raccogliere un dato che ai miei occhi è balzato subito e che vi riporto:

WhatsApp ha ridotto di circa l’85% il fenomeno della buca in agenda. Infatti, WhatsApp essendo un sistema di messaggistica istantanea consente di sapere subito se il messaggio è stato ricevuto e letto. I clienti sono più incentivati ad avvisare in caso di imprevisti.

Volete provare?

Potrete scaricare l’app My Venere GRATUITAMENTE e toccare con mano le possibilità messe a vostra disposizione dal Team di Venere Software.

Spero di essere stata utile

La Vostra Valentina