Epilazione e le fasi del pelo

epilazione e le fasi del pelo

Abbiamo iniziato pochi giorni fa a parlare di epilazione, depilazione e le diverse modalità di esecuzione di questi trattamenti, oggi vediamo la epilazione e le fasi del pelo.

Altrettanto importante è conoscere nel dettaglio le “fasi del pelo”.

Cosa sono? Tutti i peli del corpo, capelli inclusi, hanno un loro ciclo vitale.

Ciò significa che : nascono, crescono e muoiono.

I tempi di questi processi sono stati nominati e ben definiti tra loro.

fasi del pelo

Anagen: fase di attività mitotica delle cellule, dove il pelo si forma e cresce.Abbiamo produzione di melanina, la papilla pilifera rimane a contatto con il bulbo e si forma la radice del nuovo pelo.

Catagen: Nel momento in cui avviene la melanogenesi si interrompe l’attività delle cellule matriciali. Il bulbo si assottiglia, si distacca dalla matrice e sale nel follicolo pilifero.  La papilla è legata al follicolo pilifero solo tramite un sottile cordone di cellule epiteliali.

Telogen: in questa fase il pelo è completamente cheratinizzato. Sale fino all’intersezione con il muscolo erettore. Il bulbo è atrofizzato e la papilla è isolata dal follicolo pilifero.
Normalmente verrà poi espulso dal follicolo con la ripresa della fase di crescita e lo sviluppo di un nuovo pelo.

Soprattutto quando parliamo di epilazione laser, ago, o comunque epilazione definitiva, è molto importante capire in quale fase si trovano i peli che stiamo trattando.

Per un buon risultato, è bene lavorare in fase “anagen”.

Problematiche legate ad anomalie nella crescita dei peli

Irsutismo ed ipertricosi, cosa sono?

Ipertricosi:

Enorme ed anomalo sviluppo del sistema pilifero di origine genetica o acquisita, in zone dove normalmente sono già presenti

Irsutismo:

Crescita anomala  per numero e durezza di peli in zone normalmente glabre.

Dall’ ipertricosi si può passare all’irsutismo se sussistono patologie endocrine, in quanto la crescita dei peli è regolata da numerosi ormoni.

Se l’irsutismo non è di origine endocrina, la terapia può essere affidata all’estetista, altrimenti sarà di esclusiva competenza medica, e l’estetista provvede alle epilazioni.

cosa succede e come è regolata la crescita dei peli sul corpo umano

Non sempre tutto si svolge come da manuale.

La crescita dei peli è regolamentata dagli ormoni, dagli estrogeni e dagli androgeni, come la maggior parte delle funzioni metaboliche presenti nell’uomo e nella donna.

La maggior parte dei peli è stimolata dagli ormoni sterioidei derivati dal colesterolo, soprattutto quelli chiamati “sessuali”, che troviamo sul viso, parte bassa dell’addome, cosce, torace, mammelle, area pubica ed ascelle. 

Il ciclo del follicolo pilifero in questi casi è regolato dall’azione degli ormoni androgeni ed a particolari recettori che converte il testosterone in diidrotestosterone. Nella donna irsuta questa attività è accelerata.

Il testosterone è l’androgeno più potente e, nella maggior parte delle donne irsute, la quota di produzione di questo ormone è esageratamente elevata.

Nella maggior parte dei casi di irsutismo l’eccesso di produzione di ormoni androgeni è di origine ovarica.
Per quanto riguarda gli ormoni femminili, gli estrogeni hanno sul follicolo pilifero un’azione del tutto diversa da quella degli androgeni, infatti sono deputati a ritardare l’inizio e l’entità dell’accrescimento pilifero.

La gravidanza, caratterizzata da alti livelli di estrogeni e progesterone, prevede reazioni del tutto differenti ed anomale nella sincronia, crescita, e quantità di peli presenti sulla cute.

Ci si può trovare ad avere aumenti o diminuzioni importanti ed in zone differenti da quelle in cui normalmente li troviamo.

Annalisa Piccini